Khadija

Khadija

La tua stranezza è la tua unicità

Spesso sento voci e non voci esprimere perplessità sulla persona che sono.
Mi rendo conto di essere una persona fuori dall’ordinario collettivo, ma chi ha deciso cosa sia normale e cosa no?
Credo che il rispetto sia la cosa più importante, esistono persone molto differenti da ciò che per noi è NORMALE, donne che seguono una linea di pensiero improntata sul Femminino Sacro che parlano di sorellanza, di ascolto, di verità, uomini che si mettono in discussione ascoltando una linea non patriarcale.

Ma se qualcosa è per noi DIVERSO che diritto abbiamo di giudicarlo?

Il mio è un discorso generale che un po’ mi tocca da vicino da praticamente tutta la vita partendo direttamente dalla mia famiglia.
Ci sono volte dove ci permettiamo di parlare e dire la nostra su qualcuno che forse non abbiamo conosciuto così profondamente.
Non sono perfetta, e non lo sarò mai, anch’io sbaglio e dopo un forte periodo d’introspezione mi sono resa conto che per il mio modo di voler proteggere una persona sono sembrata falsa.
Errori che ti aiutano a comprenderti, a crescere e a ricercare la tua armonia anche in momenti dove sei fortemente stanca e vorresti solo fermarti.
Fermarsi è un dono per una persona STRANA come me, prendo ogni parte della mia vita, seleziono la parte da analizzare e cerco di comprendere se qualcosa nei miei comportamenti ha provocato dubbi o magari sofferenza .
Spesso chiudiamo rapporti perchè travolti da rabbia e delusioni, anch’io ero così, ci sono delle volte ancora dove mi rendo conto che le bugie sono state troppe e quindi lascio andare, ma certe volte l’affetto è stato così profondo che sai che in alcune cose quella persona c’è stata e quindi vuoi CHIUDERE in modo diverso, chiudere per aprire chissà, la vita è così piena di sorprese.
Per questo non mi sento strana, mi sento reale, una donna senza maschere e lineare con il suo percorso di sorellanza.
Questo per dirti che la mia STRANEZZA E’ LA MIA UNICITA’, ho passato una vita a vivere nell’apparenza come t’impone questa società, una vita a non ascoltare la mia pancia.

Sono strana perchè adoro condividere con altre donne
Sono strana perchè ho compreso il ciclo mestruale ed il suo potere.
Sono strana perchè mi piace affrontare le cose senza maschere.
Sono strana perchè mi vesto in modo diverso ( che poi diverso perchè? ^^)
Sono strana perchè non mi vergogno di esprimere il mio dolore e raccontare il mio passato.
Sono strana perchè abbraccio gli alberi.
Sono strana perchè per me definirmi Strega non è una moda, ma un modo di vivere seguendo la ciclicità, le stagioni e la Luna.
Sono strana perchè ascolto la mia pancia.
Sono strana perchè mi guardo allo specchio e parlo con me stessa di chi sono.

TI HANNO MAI ETICHETTATA COME UNA PERSONA STRANA?
SE SI’ RACCONTAMI PERCHE’.


E ricordati sempre :

LA TUA STRANEZZA
E’ LA TUA UNICITA’
SII UNICA

Namastè

Khadija

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

6 risposte

  1. Sì, sono stata etichettata come “strana” tante volte: perché sono stata così spesso immersa nei miei pensieri da essere distratta; per il mio modo “antiquato” di parlare; perché non mi interessavano i ragazzi, quando ero adolescente; perché ero “troppo religiosa”; perché “leggevo troppo”… E via discorrendo. xD

  2. Mi hanno mai etichettata come “strana”? Non ricordo se me l’abbiano detto a parole (forse si), di sicuro me l’hanno fatto capire con i loro sguardi, coi loro commenti indélicati..
    Mi sento “strana”,perchè sempre diversa da quelli che mi circondano? Si! Perché non ho mai avuto amiche vere, così diverse da me da farmi credere di appartenere ad un altro pianeta?Si! Perché sono curiosa e leggo di tutto, da facebook alla fisica quantistica, cercando delle risposte su me è sulla vita? Perché sono sincera senza essere sfacciata e quando provo a parlare di me non vengo ascoltata?Si! Forse perché da sempre chi si pone delle domande e cerca di darsi risposte alternative è definito “strano”. Ma sinceramente adesso non m’importa di quello che pensano gli altri perché sto imparando a dare valore a quello che penso io di me.Non mi hanno insegnano ad amare me stessa, e questo ha fatto si che quando non mi sentivo accettata ho permesso agli altri di farmi sentire “strana” in modo dispregiativo, quando invece ognuno di noi è bello così com’è perché è unico..per fortuna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *